23 ottobre 2016: il film Cori in esilio ha vinto il premio Farel ( Neuchatel, Svizzera)

La vocazione del coro Akn è quella di ravvivare e sviluppare l’interpretazione del canto liturgico armeno tradizionale.

Le esecuzioni pubbliche del coro rispecchiano la ricerca diretta dal 1990 da Aram Kerovpyan, e che ha portato alla creazione del Centro di Studi del Canto Liturgico Armeno fondato a Parigi nel gennaio del 1998.

Il coro Akn interpreta i canti della liturgia armena in particolare gli charagan (inni, tropi) che formano il corpus più vasto del repertorio tradizionale. Fanno parte ugualmente dei programmi presentati la salmodia recitativa e melismatica, i canti del Libro delle Ore e i canti melismatici facoltativi eseguiti in gruppo o da un solista. Akn interpreta questo repertorio monofonico e modale nella sua forma originale e il bordone ne è parte integrante.

Akn è una corale mista, formata da 8-12 partecipanti.

L’interpretazione del coro Akn si sviluppa sulla base della pratica tradizionale dei gruppi di cantori ordinati dalla Chiesa Armena, pratica che si sta perdendo a causa della scomparsa graduale degli uffici nelle chiese parrocchiali e a causa della diffusione presso gli armeni delle musiche occidentali.
Contatto: info@akn-chant.org

Trailer del film documentario “ Cori in esilio” di Nathalie Rossetti et Turi Finocchiaro.

Akn in Armeno classico significa “occhio”. La parola esprime anche altri significati come “speranza”, “sorgente”, “il centro della croce dove si incrociano il palo e la traversa”.

Il dvd del film Cori in esilio è disponibile.



Il nuovo CD della corale Akn, canti dedicati alla Resurrezione, è disponibile. Contattateci.


Logo PayPal standard

Association Akn
chant modal arménien